Il GRIDO (Il Blog su Roccalumera e... non solo)

giovedì 12 febbraio 2009

Scuola italiana allo sfascio, quella svedese eccelle!


















(08-02-09) "Presa Diretta", Rai 3, un programma di approfondimento che ha evidenziato come la scuola italiana, proprio non avesse bisogno di ulteriori tagli alla spesa. Sud, Calabria, (ultima in Italia in questo settore), condizioni di degrado delle strutture dei fabbricati su cui insistono le classi dei ragazzi. Edifici vecchi, rimasti immutati da oltre cinquant'anni. Un solo bagno per tutta la scolaresca. Ancora Calabria, edifici privati che ospitano in ordine sparso (vedi in palazzine e zone differenti della città), le classi di uno stesso istituto. Sopra abita il proprietario con la propria famiglia e sotto c'è la classe.

Ancora una volta, denaro buttato! Esistono edifici scolastici appositamente costruiti, ultimati da tempo ed a norma, che giacciono abbandonati e, aperti solo ai vandali che hanno depredato e distrutto gli arredi e gli infissi, hanno sfasciato tutto. Altro caso calabrese: in una scuola, hanno cambiato tutti gli infissi ed hanno (ri)tinteggiato l'intero plesso scolastico, ma, avendo omesso a suo tempo di fare un'indagine geologica sul terreno d'imposta del fabbricato (che, visto il posizionamento dello stesso su una palude, era più che indispensabile), si scopre a lavori di manutenzione ultimati, che l'edificio ha gravi danni strutturali ed è quindi è inagibile. Altri soldi buttati al vento!

A fare da contraltare agli sprechi, (e ce ne sarebbero da verificare e da denunciare), spesso finanziati solo per scopi elettorali e politici, pare che in questi ultimi venti anni, siano stati operati TAGLI ALLA SPESA alle scuole, sia dai governi di "centro-destra", che dai governi di "centro-sinistra".

A Napoli: quartieri poveri. Ragazzi (in molti casi, figli di genitore in carcere), spesso sono assenti da scuola. Preferiscono dormire o scorrazzare con il motorino. Tutti i giorni, dieci, dodici assenti su venti in registro. Tutti i giorni risse fra ragazzi. Gli insegnanti? Precari, che non hanno preparazione specifica per intervenire adeguatamente sui disturbi psichici di questi ragazzi, e che anzi non vedono l'ora di andar via da quell'ambiente malsano. Aule vuote, fino a convincere una preside a partire e recuperarli dalle loro case.

IN SVEZIA INVECE?
Dirigenti di scuole svedesi di periferia, (scuole multietniche e fra le più povere della Svezia, ma provviste perfino di mensa, di ricche biblioteche e di moderne aule Internet), interrogati in merito del loro operato, hanno affermato: nonostante la crisi mondiale, grazie al nostro governo (di centro-destra come il nostro, ndr), gli investimenti per la scuola sono aumentati. Il nostro giornalista ribatte: ma siete i migliori d'Europa! E il dirigente risponde: noi, vogliamo essere i migliori al mondo!
I loro risultati, anche nell'integrazione razziale sono eccellenti, chi dovesse rimanere indietro viene aiutato. In un anno, su 360 alunni, un solo respinto (per abbandono). E, abbiamo accennato di scuole di periferia, pensate cosa saranno le migliori scuole svedesi.

Tuttavia, in Italia abbiamo una buona Scuola Elementare, (nonostante le risicate risorse), addirittura le nostre Elementari sono migliori di quella inglesi. La nuova legge Gelmini, (la famosa legge del maestro unico), affosserà anche questo nostro ultimo vanto. Ad esempio: con meno maestri, ci sarà meno spazio per chi rimane indietro con la preparazione scolastica, e dunque... più bocciati. Pensiamoci, la prossima volta, prima di apporre la ics sulla scheda elettorale!

Infine, una battuta del noto attore scomparso Walter Chiari, (recitata al Maurizio Costanzo Show del gennaio 1986): "Un tedesco, se non sa una cosa, si chiude in camera e, studia, studia, fino a quando la sa; l'italiano, se non sa una cosa... la insegna!"

Italian school to I unswathe, that Swede excels!

(08-02-09) "Presa Diretta", Rai 3, a program of close examination that has underlined as the Italian school, really it didn't need further cuts to the expense. South, Calabria, (last in Italy in this sector), conditions of I degrade some structures of the buildings on which the classes of the boys insist. Old buildings, were unchanged from over fifty years. A solo bath for the whole scoool. She anchors Calabria, private buildings that entertain in shed order (you see in villas and different zones of the city), the classes of a same institute. Above he lives the owner with his own family and bottom there is the class.

Once more, thrown money! Scholastic buildings costritis exist, completed for a long time on purpose and to norm, that they lie abandoned and, open only to the vandals that have plundered and destroyed you furnish him and the fixtures, have unswathed everything. Other Calabrian case: in a school, they have changed all the fixtures and they have painting the whole scholastic building, but, having omitted to his time to start a geologic investigation on the ground of tax of the building (what, seen the positioning of the same on a swamp, it was more essential), it discovers him to jobs of maintenance completed, that the building has serious structural damages and is therefore it is “inagibile”. Other money thrown to the wind!

The Wastes, (and they would be to verify and to report of it), often financed only for electoral and political purposes, it seems that in these last twenty years, Cuts have been operated Á. the Expense to the schools, both from the governments of "center-right", that from the governments of "center-left."

To Naples: poor districts. Boys (in many cases, parent's children in the jail), they are often absent from school. They prefer to sleep or to race with the scooter. Every day, ten, twelve absent on winds in register. Every day brawls among boys. The teachers? Precarious, that don't have preparation it specifies for adequately intervening on the psychic troubles of these boys, and that rather they don't see the time of to go away from that unhealthy environment. Empty classrooms, up to convince a headmaster to depart and to recover them from their houses.

IN SWEDEN INSTEAD?
Executives of Swedish schools of outskirts, (schools racial mules, and among the poorest of Sweden, but provided even of cafeteria, of rich libraries and of modern Internet classrooms), questioned in worth of theirs operated, they have affirmed: despite the world crisis, thanks to our government (of center-right as our), the investments for the school are increased. Our journalist beats: but you are the best in Europe! And the executive answers: we, let's want to be the best to the world!
Their results, also in the racial integration they are excellent, who had to remain back he is helped. In one year, on 360 pupils, a rejected only one (for abandonment). And, we have mentioned of schools of outskirts, you think what the best Swedish schools will be.

Nevertheless, in Italy we have a good Elementary School, (despite the risicates resources), even ours Elementary are best of that English. The new law Gelmini, (the famous law of the unique teacher), it will remove from us also this last boast of ours. For instance: with less teachers there will be less space for the one who he remains back with the scholastic preparation, and therefore... more rejected. Let's think of us, next time, before to affix the ics on the electoral card!
____________________________________________
Aiutiamo DESIRE'E

Etichette: , ,

3 Commenti:

  • A proposito di una legge contro la libertà dei Blog... ho scritto su un'altro Blog:

    Quando il giovane avvocato, poi imprenditore, Silvio Berlusconi fondò il canale milanese poi divenuto "Canale 5", aveva già in mente cosa avrebbe fatto in Italia attraverso l'informazione ed il controllo della stessa. Solo per fare un esempio, Napoleone Bonaparte imbavagliò i giornali proprio perchè da essi si esprimeva la più forte opposizione. Oggi, dopo la riforma della Magistratura, passando per la modifica della Costiutuzione Italiana stessa, il prossimo baluardo è il dominio di Internet. L'Ultrà della politica Di Pietro, il delirante Peppe Grillo ed i tantissi blogger... sono "solo" una zanzara... ma che ronza e disturba parecchio le giornate campali di SB.

    Sotto forma di controllo degli "abusi della rete" (cheppure ci sono), il cavaliere... mira decisamente ad imbavagliare chi la pensa diversamente da lui. Almeno, io la penso così.

    Di Blogger BonarRIGO, Alle 14 febbraio 2009 11:25  

  • quello che stavo cercando, grazie

    Di Anonymous Anonimo, Alle 16 novembre 2009 04:43  

  • molto intiresno, grazie

    Di Anonymous Anonimo, Alle 16 novembre 2009 04:44  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



<< Home page