Il GRIDO (Il Blog su Roccalumera e... non solo)

martedì 2 dicembre 2008

Al Governo (o a Roccalumera), opposizione a tutti i costi.



Non ho ancora ben esaminato le maglie del già famoso decreto "Anti Crisi" varato dal ministro dell'Economia Giulio Tremonti ma, sono certo che la Social Card, meglio definibile "mendicant-card", non cambierà la posizione di tanti italiani poveri. Famiglia cristiana giudica la manovra finanziaria a sostegno delle famiglie "un tampone: come dare l'aspirina a un malato terminale".

Pur considerando lo scaglionamento per fasce di reddito (15.000, 20.000, 35.000 Euro), pur tenendo conto anche del numero dei familiari, e pur favorendo le famiglie con più di tre figli e maggiormente i nuclei all'interno dei quali vi è un diversamente abile... i bonus previsti dal decreto (che dovrebbero arrivare direttamente a casa mediante lettere), non mi appaiono altro che palliativi. In questo caso, si parla di un (unico?) contributo che va da 200 Euro ad un massimo di 1.000. Qualcuno dirà: "meglio poco che niente" ma, anche in questo modo si prende in giro la brava gente.

La crisi sarà lunga. Un poeta cinese, diceva: "Se tu dai un pesce ad un uomo, lui si nutrrà una volta, ma se tu gli insegni a pescare, lui si nutrirà per tutta la vita". L'imperativo è favorire gli investimenti e la nascita di nuove realtà nella piccola e media impresa, lo era prima che la crisi finanziaria mondiale esplodesse, e lo è (a maggior ragione) adesso. Sgravi fiscali a chi rischia, semplificazione della burocrazia cartacea e legislativa, potrebbero essere dei punti su cui costruire una fiducia nel futuro dell'Italia del dopo Lehman Brothers.

Televisioni e conflitti di interessi: Raddoppiare l'IVA (verrà portata al 20%), alle TV satellitari come Sky, (mentre il futuro della televisione va proprio verso il digitale terrestre), fa puzza di conflitto d'interessi. Anche Mediaset è già sul DIGITALE, ma bisogna evidenziare che: le reti del "cavaliere", negli ultimi tempi stanno subendo una perdita di odiens, dovuta sia ai competitori della TV via cavo, che alle stesse azzeccate trasmissioni RAI. E' chiaro inoltre, che il magnate australiano Murdock prenderà una batosta, mentre Mediaset sarà molto meno penalizzata. Tuttavia, sono totalmente favorevole al blocco del canone RAI, (in RAI, facessero meno giochi "a pacchi" milionari).

Veltroni vs Berlusconi: Se la "sinistra" evidenzia il probabile rincaro futuro delle tariffe che Sky dovrà attuare per recuperare i milioni euro di IVA in più da pagare allo stato italiano, sta veramente prendendo la difesa del POPOLO, oppure sta strumentalizzando l'evento? Chiediamoci: oggi, Sky, è una necessità (vedi le partite di serie A non più in chiaro), oppure è un lusso? Ripeto, il conflitto di interessi c'è ed è evidente, ma... quando si dice: "questo non va", bisogna contemporaneamente offrire delle soluzioni alternative. Vero, "Sbirulino" Veltroni?

Ha ragione Di Pietro, quando dice che Berlusconi è entrato in politica "per farsi i cazzi suoi", ma, ciò che noi tutti ci auguriamo, è solo che lo faccia non a scapito delle nostre "tasche" (da lui tanto menzionate in campagna elettorale). Qiundi, mi preoccuperei di più della smentita del blocco delle tariffe autostradali, della smentita del blocco del costo di gas ed energia elettrica, che non di Sky.

Ma, passiamo a tutt'altro argomento. Nel piccolo Comune di Roccalumera, (da poco più di cinque mesi), si è insediato il nuovo Consiglio Comunale. Confermato il Sindaco Gianni Miasi per altri cinque anni nonchè gran parte della vecchia maggioranza, all'OPPOSIZIONE è avvenuto il vero rinnovamento... quantomeno di facce. Anche nei comuni, (e sicuramente, più che nei palazzi di Roma), la crisi è evidente. Oggi, più che mai infatti, l'unione di maggioranza ed opposizione, sarebbe più che opportuna. Ma nulla! Come prima più di prima... ti odierò, dice la minoranza! con la scusa di fare gli interessi dei propri concittadini. Fin dal primo consiglio comunale del nuovo corso, quello che un tempo era il ruolo dell'imperterrito consigliere di minoranza Crisafulli, (e cioè di anti-Miasi), è stato rilevato dal consigliere Pippo Campagna, per gli amici "sbirulino". Pippo attaca e ribatte sempre, controlla minuziosamente ogni rigo scritto, i suoi interventi poi, hanno il sapore di veleno misto ad una beffarda ironia. Il caso dell'ATO Messina 4, all'ordine del giorno domenica scorsa, (il Consiglio iniziato il sabato è proseguito di domenica), gli ha porto il fianco a critiche nei confronti del Sindaco, reo (a suo dire) di non aver contestato subito le fatture presentate dalla società per la raccolta dei rifiuti. Ma cosa effettivamente ha fatto Miasi? Si è rifiutato di pagare l'eccedenza (quasi il 50% in più, che sarebbero circa 350mila euro), su un servizio, che quando veniva fornito dallo stesso Comune, (e fatto bene), costava la metà. Per dettagli e sviluppi... Vi invito alla prossima puntata. Arrivederci!_____________________________________________________
GUARDA la mia GALLERIA
GUARDA il video: Striscia la Notizia a Roccalumera (25-11-08)

Etichette: , ,

1 Commenti:

  • M’immagino il “terrore” di molti anziani, quando, come prevede la normativa sulla cosiddetta “social card”, dovranno denunciare persino i pochi risparmi di una vita depositati in qualche nascosto libretto postale, sapendo che ormai in molte famiglie, per non dire in quasi tutte, ai loro parenti, anche i più prossimi, con questa crisi sono spuntati i “canini”, ma che invece di utilizzarli contro i “mafiosi” politici ed istituzionali che ci “pascolano”, li piantano notoriamente e senza remore sui loro anziani in famiglia per farsi dare i soldi della pensione altrimenti sono botte ed ogni altro genere di angheria, sempre dentro le mura di casa, in cui nessuno vede, sente e parla.

    Di Blogger Adduso, Alle 4 dicembre 2008 21:20  

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]



<< Home page